Dolorama
Il sentiero Dolorama
Il sentiero Dolorama
Il sentiero Dolorama
Il sentiero Dolorama
Il sentiero Dolorama
Scoprite voi stessi la bellezza delle DolomitiIl sentiero escursionistico Dolorama in 4 tappe in Alto Adige
Trova un rifugio

Il sentiero Dolorama

Il panorama dalle Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO

Viste da sogno, paesaggi sconfinati e montagne maestose: benvenuti sul sentiero Dolorama!

L’avventura escursionistica
Le Dolomiti
Mille possibilità
L’avventura escursionistica
Le Dolomiti
Mille possibilità
Aria pura passo dopo passo
  • Lunghezza di 61 km e dislivello di 2 356 m in quattro tappe
  • Durata del cammino di circa 20 ore
  • Foresta praticabile e sentieri escursionistici
  • Punti di ristoro e di osservazione per fermarsi lungo il percorso
  • Strada da Rodengo a Laion con vista su vallate e vette dolomitiche da capogiro
L’avventura escursionistica
Le Dolomiti
Mille possibilità
Una meraviglia ricca di storia
  • Parte del Patrimonio Mondiale UNESCO
  • Storia di 200 milioni di anni
  • Distribuzione su cinque province italiane
  • Montagne imponenti, come Marmolada, Sassolungo, Sassopiatto, Sass de Putia, Massiccio dello Sciliar, Gruppo del Catinaccio, Gruppo delle Odle e Tre Cime
  • Formazioni rocciose peculiari e vasti pascoli alpini
  • Tramonti da sogno grazie al fenomeno dell’enrosadira
  • Insediamenti preistorici e formazioni rocciose imponenti
L’avventura escursionistica
Le Dolomiti
Mille possibilità
Le Dolomiti: natura e panorami incontaminati
  • Foreste fitte, prati ampi, gole strette e creste imponenti
  • Laghi montani cristallini
  • Sentieri escursionistici ben segnalati con panorami spettacolari
  • Percorsi ad alta quota intensi e impegnativi
  • Sentieri escursionistici accessibili tutto l’anno
  • Escursioni in bicicletta con livello di difficoltà alto

Le tappe del sentiero Dolorama

Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Rodengo

La prima tappa del sentiero Dolorama vi guiderà attraverso dolci declivi a pendenza costante lungo lo…

Dettagli
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 2
Luson – Val Badia

La seconda tappa del sentiero Dolorama porta al Sass de Putia e al Rifugio Schlüter attraversando la Val…

Dettagli
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 3
Funes

La terza tappa del sentiero Dolorama si snoda attraverso una flora incredibile, il Parco Naturale…

Dettagli
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 4
Laion

La quarta tappa del sentiero Dolorama porta a Laion attraverso foreste di abeti e larici fino oltre la…

Dettagli
sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Dolorama: tappa 2
Dolorama: tappa 3
Dolorama: tappa 4
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Rodengo

La prima tappa del sentiero Dolorama vi guiderà attraverso dolci declivi a pendenza costante lungo lo sconfinato paesaggio dell’Alpe di Rodengo e Luson.

Percorso: 20,4 km | Salita: 941 m.s.m. | Discesa: 556 m.s.m. | Tempo di percorrenza: circa 6,5 ore.

Imponenti montagne fanno da cornice al panorama mozzafiato dei Monti diFundres a nord e dal Sass de Putia a sud-est.

Partendo dal parcheggio di Zumis, seguite il sentiero della creazione fino alla Malga Roner. Poi continuate sul sentiero n. 2 in direzione sud-est fino a raggiungere il Rifugio Rastner o Starkenfeld, dove potrete fermarvi per riposarvi. Dopodiché, riprendete da lì e seguite il sentiero n. 67 fino a un bivio dove bisogna proseguire per la discesa a destra in direzione delle Alpi Steiner. Infine, il sentiero n. 2A vi condurrà al Rifugio Kreuzwiese. Dal lì si imboccano il sentiero 12a e poi il sentiero 10 fino al Longiarù, da dove si possono già vedere le prime cime delle Dolomiti e si gode di una splendida vista panoramica sulle Alpi altoatesine e austriache. Superata la piccola chiesetta di S. Giacomo fino al Lago Glittner See, si prosegue sul sentiero Anton Schwingshackl e poi sul sentiero n. 1 fino al Rifugio Monte Muro.

Trova un rifugio
FAQ
Quali rifugi alpini si trovano lungo la prima tappa?

Lungo il percorso vi aspettano i rifugi Oberhauser, Roner, Rastner, Starkenfeld, Kreuzwiese e Wieser.

Quanto costa il parcheggio Zumis?

La tariffa del parcheggio Zumis è di 6,00 € al giorno per le auto. Qui sono disponibili colonnine di ricarica.

In alternativa, quali parcheggi gratuiti sono disponibili?

C’è un parcheggio pubblico gratuito disponibile a Rodengo nella frazione principale di Villa. Ci sono anche una colonnina di ricarica e bagni pubblici. Dalla fermata Feuer di Villa si prende l’Almbus n° 415 (partenza tutti i giorni dal 15/5 al 6/11/2022) fino al parcheggio Zumis, punto di partenza dell’escursione.  In alternativa, l’auto può essere parcheggiata nel centro di Luson, da cui si può proseguire in autobus fino al parcheggio Zumis Altri parcheggi gratuiti sono al Passo delle Erbe, a Pé de Börz e a Gunggan.

Come posso tornare al parcheggio partendo da Laion?

Con gli autobus e i treni locali si può arrivare da Laion a Chiusa, poi a Bressanone e al parcheggio Zumis o a Luson.

C’è un alloggio a Rodengo dove posso parcheggiare l’auto per la durata dell’escursione della prima tappa?

L’auto può essere lasciata nel parcheggio pubblico gratuito di Villa o presso il proprio alloggio a Rodengo previo accordo.

Qual è il livello di difficoltà del sentiero Dolorama?

In generale, il sentiero Dolorama è classificato come moderatamente difficile.

Il sentiero Dolorama comprende anche tratti di arrampicata?

No, il sentiero Dolorama è un sentiero puramente escursionistico, ma potrebbero in futuro essere inclusi tour di arrampicata.

Ci sono tappe più brevi per escursionisti meno esperti?

Sì, lungo il percorso ci sono anche tappe più brevi ideali per escursionisti meno esperti, così come numerosi punti di partenza e di arrivo (il Passo delle Erbe, l’Alpe di Zannes, la funicolare Reasciesa, ecc.) facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici o i servizi di trasporto montani.

Posso anche adattare o gestire le tappe in modo flessibile?

Sì, le tappe possono essere percorse individualmente e adattate o accorciate a seconda delle necessità.

Devo prenotare il rifugio in anticipo?

Soprattutto in alta stagione, cioè in piena estate, i pernottamenti nei rifugi devono essere prenotati in anticipo.

Quali restrizioni per il contenimento del virus Covid-19 vengono applicate nei rifugi?

Nei rifugi e nelle locande si applicano le stesse norme valide per altre strutture ricettive, quindi chiunque pernotti in stanze comuni deve esibire il Super Green Pass (2G), anche per chi sosta all’interno senza pernottare viene applicato il regolamento 2G.

All’interno, è necessario indossare una mascherina chirurgica se la distanza interpersonale di un metro non può essere mantenuta.

A causa della limitata capacità di pernottamento dovuta al distanziamento sociale di un metro, i pernottamenti nei rifugi AVS vanno prenotati online, via e-mail o per telefono.

Ci sono percorsi alternativi al Dolorama su cui è possibile fare escursioni in primavera e in autunno?

Poiché il sentiero Dolorama si svolge a 2 000 metri di altitudine, per la primavera non ci sono percorsi alternativi e la maggior parte dei rifugi sono aperti solo a partire da giugno. A seconda della situazione neve, i tour possono svolgersi anche prima, con la possibilità di raggiungere i vari paesini e pernottare lì. 
In autunno, il sentiero è percorribile più a lungo, ed è possibile pernottare fino a metà o fine ottobre nella maggior parte dei rifugi.

Luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Il sentiero della creazione
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Castello di Rodengo
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella Croce Pianer
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Il sentiero della creazione

Vedere. Sentire. Stupirsi. Questo faranno i visitatori dell’Alpe Rodengo-Luson. Agli escursionisti basterà un semplice sguardo per incantarsi del magico paesaggio che li circonda e che per secoli è stato modellato dall’uomo fino ad arrivare al suo aspetto attuale. Il cammino può avere un effetto molto diverso sulle persone, ma è certo che vi stupirà e affascinerà tutti allo stesso modo. Il sentiero della creazione conduce dal parcheggio di Zumis alla chiesetta di montagna “Crocer Pianer “. Lungo il sentiero con lieve dislivello, troverete sette installazioni di arte moderna e contemplativa che illustrano la storia biblica della creazione.

Dal parcheggio, imboccate il largo sentiero n.2 e poi girate a sinistra sul sentiero n.4, chiamato anche “sentiero Confin”. Questo si ricongiunge al sentiero n.2 attraverso graziosi boschetti e pascoli alpini, che a sua volta conduce alla croce della cappella Croce Pianer in direzione dell’Astjoch.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Castello di Rodengo
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella Croce Pianer
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Castello di Rodengo

Imponente, maestoso, splendido: ecco come si presenta il Castello di Rodengo, che torreggia sopra la gola della Rienza tra Naz-Sciaves e Rio di Pusteria. Fu costruito nel XII secolo per svolgere la funzione di fortezza, ma nel XVI secolo la famiglia di Oswald von Wolkenstein lo acquistò e lo fece ampliare e ricostruire. Il castello è abitato e circondato da un magnifico giardino. Scopritene voi stessi il fascino grazie alle nostre visite con audioguida possibili dall’inizio di maggio fino a metà ottobre senza registrazione (ad eccezione di gruppi composti da 15 o più persone).

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Il sentiero della creazione
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella Croce Pianer
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Cappella Croce Pianer

La Cappella Croce Pianer si trova a 1 900 m ed è un luogo di pace e contemplazione. Molti anni fa, vi sorgeva una vecchia cappella, demolita due volte. Nel 2002, una nuova chiesetta è stata costruita nello stesso punto, che l’allora cardinale Josef Ratzinger e poi papa Benedetto XVI ha benedetto da un elicottero nel 2008. Per molti escursionisti e viaggiatori, la cappella è una meta per pregare e sentirsi grati. Dopo la morte di una persona cara, è inoltre tradizione locale portare qui un biglietto In memoriam e commemorare il defunto.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Il sentiero della creazione
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Castello di Rodengo
Dettagli
sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Dolorama: tappa 2
Dolorama: tappa 3
Dolorama: tappa 4
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 2
Luson – Val Badia

La seconda tappa del sentiero Dolorama porta al Sass de Putia e al Rifugio Schlüter attraversando la Val Badia.

Percorso: 14,7 km | Salita: 718 m.s.m. | Discesa: 534 m.s.m. | Tempo di percorrenza: circa 4,75 ore.

Nella seconda tappa si gode di una fantastica vista sulle Alpi altoatesine e sulla cresta principale delle Alpi. Si supera il Glittner See, un incantevole laghetto di montagna in cui si riflette il Sass de Putia. Il passaggio dalle dolci cime e colline dell’Alpe di Luson alle aspre rocce delle Dolomiti mozza il fiato, e segna l’ingresso nelle Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO. Non a caso, il Sass de Putia è chiamato anche "porta delle Dolomiti".

Dal Rifugio Monte Muro si prosegue in direzione sud-ovest verso il Passo delle Erbe, da cui si accede al Patrimonio Mondiale UNESCO delle Dolomiti. Qui è possibile, grazie a un’enorme frattura di origine geologica, constatare quanto turbolenta sia la storia delle Dolomiti. Sul percorso ad anello intorno al Sass de Putia spicca l’imponente formazione rocciosa di questa montagna e, dopo aver attraversato il Passo Goma, alto 2 100 m, si intravedono sulla sinistra i vertici del massiccio del Monte Cavallo. Seguendo il sentiero n. 35 in direzione ovest, si raggiunge il Rifugio Genova/Rifugio Schlüter, fiancheggiato dalle montagne Eores e Odle.

Trova un rifugio
FAQ
Quali rifugi alpini si trovano lungo la seconda tappa?

Lungo il percorso vi aspettano i rifugi Kreuzwiesen, la Maurerberg e la Schlüter.

Dove posso parcheggiare se inizio il sentiero Dolorama alla seconda tappa?

L’auto può essere parcheggiata nel parcheggio centrale di Luson, nel parcheggio Herol, nel parcheggio Schweiger Böden o nel parcheggio Oberflitt. Il costo del parcheggio è di  4,00 € al giorno.

Qual è il livello di difficoltà del sentiero Dolorama?

In generale, il sentiero Dolorama è classificato come moderatamente difficile.

Il sentiero Dolorama comprende anche tratti di arrampicata?

No, il sentiero Dolorama è un sentiero puramente escursionistico, ma potrebbero in futuro essere inclusi tour di arrampicata.

Ci sono tappe più brevi per escursionisti meno esperti?

Sì, lungo il percorso ci sono anche tappe più brevi ideali per escursionisti meno esperti, così come numerosi punti di partenza e di arrivo (il Passo delle Erbe, l’Alpe di Zannes, la funicolare Reasciesa, ecc.) facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici o i servizi di trasporto montani.

Posso anche adattare o gestire le tappe in modo flessibile?

Sì, le tappe possono essere percorse individualmente e adattate o accorciate a seconda delle necessità.

Devo prenotare il rifugio in anticipo?

Soprattutto in alta stagione, cioè in piena estate, i pernottamenti nei rifugi devono essere prenotati in anticipo.

Quali restrizioni per il contenimento del virus Covid-19 vengono applicate nei rifugi?

Nei rifugi e nelle locande si applicano le stesse norme valide per altre strutture ricettive, quindi chiunque pernotti in stanze comuni deve esibire il Super Green Pass (2G), anche per chi sosta all’interno senza pernottare viene applicato il regolamento 2G.

All’interno, è necessario indossare una mascherina chirurgica se la distanza interpersonale di un metro non può essere mantenuta.

A causa della limitata capacità di pernottamento dovuta al distanziamento sociale di un metro, i pernottamenti nei rifugi AVS vanno prenotati online, via e-mail o per telefono.

Ci sono percorsi alternativi al Dolorama su cui è possibile fare escursioni in primavera e in autunno?

Poiché il sentiero Dolorama si svolge a 2 000 metri di altitudine, per la primavera non ci sono percorsi alternativi e la maggior parte dei rifugi sono aperti solo a partire da giugno. A seconda della situazione neve, i tour possono svolgersi anche prima, con la possibilità di raggiungere i vari paesini e pernottare lì. 
In autunno, il sentiero è percorribile più a lungo, ed è possibile pernottare fino a metà o fine ottobre nella maggior parte dei rifugi.

Luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale
Dettagli
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno
Dettagli
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson

Dopo un’intensa escursione, non c’è niente di meglio che tuffarsi in un lago di montagna dalle acque cristalline… ecco perché è d’obbligo una deviazione fino all’idilliaco laghetto naturale di Luson! Qui potrete sia divertirvi andando sullo scivolo sia rilassarvi nella natura. Potete anche godervi i caldi raggi del sole sulla pelle nell’area ricreativa adiacente, dove troverete un parco giochi, un campo da beach volley, un campo da tennis e un campo da calcetto dove passare il tempo mentre i vostri piccoli si divertono.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale
Dettagli
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno
Dettagli
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende

Sull’Alpe di Luson si narrano innumerevoli leggende tramandate da molte generazioni riguardo figure misteriose. Alcune sono raccontate qui su pannelli informativi in modo da poter essere lette da tutta la famiglia. L’escursione conduce attraverso l’altopiano dell’Alpe di Luson, con ristoro al Kreuzwiese e arrivo allo Schweiger Böden. La possibilità di prendere il bus per l’andata fino al punto di partenza Herol e quello di ritorno dallo Schweiger Böden fino al centro del paese rende quest’escursione ideale per le famiglie con bambini.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale
Dettagli
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno
Dettagli
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale

L’antica zona artigianale di Luson si trova nella valle Kaserbach, poco più in basso del centro del paese. Gli edifici storici della vecchiafucina, del mulino Stricker e della segheria veneziana sono stati conservati con cura e durante le visite guidate potrete vederne alcuni ancora in funzione, per scoprire come la potenza dell’acqua del Kaserbach è stata fondamentale per svolgere vari compiti fino a pochi decenni fa.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende
Dettagli
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno
Dettagli
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno

Luson è un’oasi di pace e relax, soprattutto in inverno. Grazie al paesaggio morbido e facilmente accessibile, la Valle di Luson con l’Alpe di Luson e i prati alpini ai piedi del Sass de Putia è ideale per escursioni indimenticabili in uno scenario invernale da favola. Potrete scegliere in assoluta tranquillità tra numerosi tour a seconda del vostro livello di allenamento.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale
Dettagli
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
E-bike a Luson

Da maggio a ottobre, Luson è il punto di partenza ideale per i vostri tour in e-bike. Le strade di montagna poco battute e i numerosi sentieri forestali hanno una varietà notevole di percorsi da offrirvi. I tour circolari selezionati e i percorsi per famiglie garantiscono varietà e divertimento, ma anche sfide a seconda del vostro livello di allenamento. La vista sulle vicine vette dolomitiche e sulla variopinta flora e fauna dei prati alpini renderà l’esperienza ancora più unica. Lungo i percorsi, troverete tanti rifugi in cui fermarvi a mangiare un boccone.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Area ricreativa con Lago balneabile di Luson
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero delle leggende
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Antica zona artigianale
Dettagli
Il sentiero Dolorama
L’Alpe di Luson in inverno
Dettagli
sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Dolorama: tappa 2
Dolorama: tappa 3
Dolorama: tappa 4
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 3
Funes

La terza tappa del sentiero Dolorama si snoda attraverso una flora incredibile, il Parco Naturale Puez-Odle e il Gruppo delle Odle, Patrimonio Mondiale UNESCO.

Percorso: 16,2 km | Salita: 664 m.s.m. | Discesa: 808 m.s.m. | Tempo di percorrenza: circa 5 ore.

Potrete conoscere la storia delle varie tipologie di rocce e strati delle Dolomiti formatesi nel corso di milioni di anni. Gli amanti delle attività all’aria aperta troveranno pane per i loro denti sul sentiero Adolf Munkel, dove vi attende una falesia con livelli di difficoltà da 3 a 8a.

Dal Rifugio Genova/Rifugio Schlüter, seguite il sentiero n. 33 attraverso un rado bosco di cembri e cespugli di rose alpine fino alla Malga Gampen. Continuate imboccando il sentiero n. 35 in direzione sud-ovest su strade forestali fino a raggiungere il sentiero Adolf Munkel. Da lì seguite le indicazioni per la Malga Casnago, visitabile con una breve deviazione attraverso il sentiero n. 36. Il sentiero n. 34 riporta poi al sentiero Adolf Munkel. Dopo l’avvallamento del Lago di Fontana Bianca, si sale verso ovest fino alla Malga Brogles e al Brogles Sattel. Superati l’aspro ma incredibile paesaggio roccioso delle pareti dolomitiche, il sentiero prosegue verso ovest lungo i prati e i pascoli verdi di Resciesa di Dentro e di Fuori, che scendono dolcemente verso sud. Dopo la Malga Saltner, nella zona della ferrovia funicolare Raschötz, si arriva al Rifugio Raschötz.

Trova un rifugio
FAQ
Quali rifugi alpini si trovano lungo la terza tappa?

Lungo il percorso vi aspettano i rifugi Gampen, Glatsch Alm, Odle, Casnago e Brogles.

Dove posso parcheggiare se inizio il sentiero Dolorama alla terza tappa?

L’auto può essere parcheggiata nel parcheggio Zanser, Ranui o Würzjoch.

Qual è il livello di difficoltà del sentiero Dolorama?

In generale, il sentiero Dolorama è classificato come moderatamente difficile.

Il sentiero Dolorama comprende anche tratti di arrampicata?

No, il sentiero Dolorama è un sentiero puramente escursionistico, ma potrebbero in futuro essere inclusi tour di arrampicata.

Ci sono tappe più brevi per escursionisti meno esperti?

Sì, lungo il percorso ci sono anche tappe più brevi ideali per escursionisti meno esperti, così come numerosi punti di partenza e di arrivo (il Passo delle Erbe, l’Alpe di Zannes, la funicolare Reasciesa, ecc.) facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici o i servizi di trasporto montani.

Posso anche adattare o gestire le tappe in modo flessibile?

Sì, le tappe possono essere percorse individualmente e adattate o accorciate a seconda delle necessità.

Devo prenotare il rifugio in anticipo?

Soprattutto in alta stagione, cioè in piena estate, i pernottamenti nei rifugi devono essere prenotati in anticipo.

Quali restrizioni per il contenimento del virus Covid-19 vengono applicate nei rifugi?

Nei rifugi e nelle locande si applicano le stesse norme valide per altre strutture ricettive, quindi chiunque pernotti in stanze comuni deve esibire il Super Green Pass (2G), anche per chi sosta all’interno senza pernottare viene applicato il regolamento 2G.

All’interno, è necessario indossare una mascherina chirurgica se la distanza interpersonale di un metro non può essere mantenuta.

A causa della limitata capacità di pernottamento dovuta al distanziamento sociale di un metro, i pernottamenti nei rifugi AVS vanno prenotati online, via e-mail o per telefono.

Ci sono percorsi alternativi al Dolorama su cui è possibile fare escursioni in primavera e in autunno?

Poiché il sentiero Dolorama si svolge a 2 000 metri di altitudine, per la primavera non ci sono percorsi alternativi e la maggior parte dei rifugi sono aperti solo a partire da giugno. A seconda della situazione neve, i tour possono svolgersi anche prima, con la possibilità di raggiungere i vari paesini e pernottare lì. 
In autunno, il sentiero è percorribile più a lungo, ed è possibile pernottare fino a metà o fine ottobre nella maggior parte dei rifugi.

Luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO

All’Infopoint Dolomiti UNESCO di Zannes potrete ripercorrere in pochissimo tempo la storia delle formazioni dolomitiche, avvenute in milioni di anni. Vedrete in che modo le placche terrestri, i vulcani, gli oceani, i ghiacciai, il ghiaccio, l’acqua e il vento hanno modellato e cambiato i "monti pallidi"; la mostra spiega tutto ciò che c’è da sapere sul Patrimonio Mondiale UNESCO. Il centro informazioni è aperto dal martedì alla domenica dall’inizio di maggio all’inizio di novembre.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena

Il centro visitatori del Parco naturale Puez-Odle si trova a S. Maddalena a Funes e vi permette di immergervi in una natura ricca di flora e fauna. Ammirate il parco naturale dall’alto e divertitevi a osservare le differenze tra i tipi di roccia che si possono trovare nel parco.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes

Lo spettacolare parco avventura si trova a Santa Maddalena, non lontano dal parcheggio Ranui. Divertitevi come piccoli scoiattoli tra dodici percorsi costituiti da travi, teleferiche e ponti sospesi, e godetevi la vista sulle imponenti Odle.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes

Il percorso natura a Zannes si trova ai piedi delle sensazionali Odle e vi guida tra fitte foreste, prati alpini in fiore e un parco selvatico. È presente inoltre un sentiero circolare accessibile in sedia a rotelle su cui si trovano informazioni relative alla natura e alla cultura di Zannes.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Tanti climbing garden

Sul sentiero Dolorama, i due climbing garden al Passo delle Erbe e al sentiero Adolf Munkel vi aspettano, dove si arrampica quasi esclusivamente su calcare con tanto di location incredibile. Il climbing garten del Passo delle Erbe si trova direttamente ai piedi del Sass de Putia ed è raggiungibile in circa 20 minuti dal Passo delle Erbe. Qui ci sono 50 percorsi in livelli di difficoltà da 4 a 8b. Il climbing garten della Malga Zannes sul sentiero Adolf Munkel è raggiungibile in circa 40 minuti a piedi da Zannes e si trova al di sotto del Gruppo delle Odle, sotto il campo di ghiaia della parete nord della Furchetta. I percorsi offerti sono 50 nei gradi di difficoltà da 3 a 8a.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero Dolorama
Infopoint UNESCO
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco naturale a S. Maddalena
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Parco avventura Funes
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero natura Zannes
Dettagli
sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 1
Dolorama: tappa 2
Dolorama: tappa 3
Dolorama: tappa 4
Il sentiero Dolorama
Dolorama: tappa 4
Laion

La quarta tappa del sentiero Dolorama porta a Laion attraverso foreste di abeti e larici fino oltre la cima di Resciesa di Fuori.

Percorso: 9,7 km | Salita: 33 m.s.m. | Discesa: 1 106 m.s.m. | Tempo di percorrenza: circa 3 ore.

La vista sul maestoso Gruppo del Sassolungo al quarto giorno del sentiero Dolorama chiude in bellezza l’esperienza. Passerete anche vicino alla Cappella della Santa Croce e alla croce in vetta a Risciesa di Fuori (2 281 m) con una favolosa vista a 360°.

La quarta tappa del sentiero Dolorama passa davanti alla Cappella Santa Croce a 2 198 m e raggiunge il versante roccioso occidentale di Resciesa di Fuori. Qui, il sentiero n. 35 conduce verso nord, e si scende su un terreno roccioso fino ad arrivare ai prati di montagna della scoscesa Sella Ciaterlin (1 870 m). Da qui, l’escursione continua verso ovest su sentieri forestali fino alla vicina Ramitzler Schwaige (1 815 m). Si continua su strade forestali fino alla Baita Unterpulg (1 548 m) e sempre seguendo il sentiero n. 35 si scende attraverso il bosco, si supera il piccolo paesino di Ceves e si giunge a Laion passando attraverso alcuni campi (1 093 m).

Trova un rifugio
FAQ
Quali rifugi alpini si trovano lungo la quarta tappa?

Lungo il percorso vi aspettano i rifugi Resciesa, Ramitzler Schwaige e Unterpulg.

Dove posso parcheggiare se inizio il sentiero Dolorama alla quarta tappa?

L’auto può essere parcheggiata nel parcheggio del campo sportivo di Laion.

Qual è il livello di difficoltà del sentiero Dolorama?

In generale, il sentiero Dolorama è classificato come moderatamente difficile.

Il sentiero Dolorama comprende anche tratti di arrampicata?

No, il sentiero Dolorama è un sentiero puramente escursionistico, ma potrebbero in futuro essere inclusi tour di arrampicata.

Ci sono tappe più brevi per escursionisti meno esperti?

Sì, lungo il percorso ci sono anche tappe più brevi ideali per escursionisti meno esperti, così come numerosi punti di partenza e di arrivo (il Passo delle Erbe, l’Alpe di Zannes, la funicolare Reasciesa, ecc.) facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici o i servizi di trasporto montani.

Posso anche adattare o gestire le tappe in modo flessibile?

Sì, le tappe possono essere percorse individualmente e adattate o accorciate a seconda delle necessità.

Devo prenotare il rifugio in anticipo?

Soprattutto in alta stagione, cioè in piena estate, i pernottamenti nei rifugi devono essere prenotati in anticipo.

Quali restrizioni per il contenimento del virus Covid-19 vengono applicate nei rifugi?

Nei rifugi e nelle locande si applicano le stesse norme valide per altre strutture ricettive, quindi chiunque pernotti in stanze comuni deve esibire il Super Green Pass (2G), anche per chi sosta all’interno senza pernottare viene applicato il regolamento 2G.

All’interno, è necessario indossare una mascherina chirurgica se la distanza interpersonale di un metro non può essere mantenuta.

A causa della limitata capacità di pernottamento dovuta al distanziamento sociale di un metro, i pernottamenti nei rifugi AVS vanno prenotati online, via e-mail o per telefono.

Ci sono percorsi alternativi al Dolorama su cui è possibile fare escursioni in primavera e in autunno?

Poiché il sentiero Dolorama si svolge a 2 000 metri di altitudine, per la primavera non ci sono percorsi alternativi e la maggior parte dei rifugi sono aperti solo a partire da giugno. A seconda della situazione neve, i tour possono svolgersi anche prima, con la possibilità di raggiungere i vari paesini e pernottare lì. 
In autunno, il sentiero è percorribile più a lungo, ed è possibile pernottare fino a metà o fine ottobre nella maggior parte dei rifugi.

Luoghi interessanti
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion
Dettagli
Il sentiero della posta
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof
Dettagli
Indietro
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion

Questo percorso circolare parte dal campo sportivo di Laion per guidarvi lungo il sentiero n. 35 in direzione di Ried fino al Vogelweiderhof, il possibile luogo di nascita dell’omonimo menestrello. Il sentiero prosegue poi oltre la chiesa di Santa Caterina e lungo il sentiero degli asini fino ad Albions.

Altri luoghi interessanti
Il sentiero della posta
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof
Dettagli
Indietro
Il sentiero della posta

Il sentiero della posta porta da Laion a Ortisei in Val Gardena ed è ideale per un’escursione in qualsiasi periodo dell’anno. Sulla strada si può godere di una fantastica vista sul Gruppo di Sella, Sassolungo e Sassopiatto e Seceda. Il sentiero vi guida attraverso dolci pendii, fitte foreste e pittoreschi paesini. A proposito, il nome “sentiero della posta” deriva dal fatto che un tempo la posta veniva trasportata da Chiusa alla Val Gardena proprio attraverso questo percorso!

Altri luoghi interessanti
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998

Questo percorso circolare è ideale per una gita in famiglia ed è facile da raggiungere dal paese di Laion o direttamente dal relativo campo sportivo. In circa un’ora, farete un autentico viaggio nel tempo: lungo il percorso, infatti, troverete punti con informazioni e curiosità su Età della pietra, Età del bronzo, periodo romano, Medioevo e presente.

Altri luoghi interessanti
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion
Dettagli
Il sentiero della posta
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce

Questa pittoresca cappella commemorativa si trova sull’Alpe Resciesa. Già nel XVIII secolo c’era una cappella in questo luogo che fu poi distrutta da un fulmine. Poco dopo fu ricostruita e da allora è stata restaurata più volte, ma il grande crocifisso all’interno risale proprio al XVIII secolo. La cappella è raggiungibile in circa tre ore di cammino da Ceves vicino a Laion e in pochi minuti a partire dalla cima del Resciesa di Fuori.

Altri luoghi interessanti
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion
Dettagli
Il sentiero della posta
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof
Dettagli
Indietro
Il sentiero Dolorama
Vogelweiderhof

Questo è il possibile luogo di nascita del menestrello Walther von der Vogelweide. Non si sa se sia nato veramente qui, ma grazie ai pannelli informativi che troverete lungo il percorso potrete scoprire di più sulla sua vita e le sue opere. Guardando il paesaggio, non si può fare a meno di immaginare quali importanti opere d’amore siano state scritte qui.

Altri luoghi interessanti
Sentiero circolare Walther v.d. Vogelweide a Laion
Dettagli
Il sentiero della posta
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Sentiero d’avventura Legian 998
Dettagli
Il sentiero Dolorama
Cappella della Santa Croce
Dettagli

Le associazioni turistiche lungo il sentiero Dolorama

Associazione turistica di Rodengo
Associazione turistica di Luson
Associazione turistica di Funes
Associazione turistica Laion
Associazione turistica di Rodengo

Rodengo è un’idilliaca comunità di montagna nel cuore della Valle Isarco. Qui troverete fattorie ricche di storia, una chiesa autonoma a metà strada tra paese e castello, locande invitanti e paesaggi naturali incontaminati. L’Alpe di Rodengo/Luson offre numerose attività per gli amanti della natura e dello sport. L’ufficio dell’associazione turistica di Rodengo si trova nel villaggio di Vill, non lontano dalla chiesa di San Biagio.

rodeneck@gitschberg-jochtal.com | +39 0472 454044 | www.riopusteria.it

Associazione turistica di Luson

La tranquilla valle di Luson è considerata un vero paradiso per gli escursionisti e per gli amanti dei fantastici sportinvernali. Grazie al clima mite, questo luogo offre tante opportunità di escursioni, in una location rilassante e con brevi percorsi in qualsiasi periodo dell’anno. La distesa sterminata dell’Alpe di Luson con le sue cime facili da scalare e le rocce aguzze del Sass de Putia e del Gruppo delle Odle alla fine della vallata ne fanno una zona da favola, anche per escursioni con le ciaspole lontano dalla calca. Gli amanti della biciletta elettrica avranno a disposizione tanti tour adatti a ogni livello di allenamento su sentieri forestali e alpini, anche qui in totale tranquillità. Inoltre, intorno al paese troverete monumentistorici, mentre l’ufficio dell’associazione turistica si trova nella piazza del centro di Luson.

info@luesen.com | +39 0472 413750 | www.luesen.com

Associazione turistica di Funes

Il pittoresco villaggio di Funes è circondato dalle imponenti Odle. Qui vi aspettano numerosi sentieri escursionistici da percorrere a piedi o in bici, nonché tour in vetta per godere di panorami spettacolari. Dalle tranquille passeggiate a valle alle leggere escursioni in montagna o le avventurose escursioni in famiglia, qui qualsiasi esperienza vivrete sarà incredibile. L’ufficio dell’associazione turistica di Funes si trova nel paese di San Pietro in Val di Funes, proprio accanto alla chiesa parrocchiale di S. Pietro.

info@villnoess.info | +39 0472 840180 | www.villnoess.com

Associazione turistica Laion

Laion è un idilliaco paesino di montagna all’ingresso della Val Gardena, alle porte delle Dolomiti. Si trova su un altopianosoleggiato e offre una vista fantastica sul Gruppo di Sella, il Sassolungo e lo Sciliar. Qui, ogni stagione offre spettacoli unici, dai prati alpini in fiore ai colorati alberi autunnali fino agli incantevoli e innevati paesaggi invernali. L’ufficio dell’associazione turistica si trova nella piazza del paese, direttamente nel centro.

info@lajen.info | +39 0471 655633 | www.lajen.info

Alla ricerca di un alloggio lungo il sentiero Dolorama?

State pianificando un tour lungo il sentiero Dolorama? Qui troverete informazioni sui rifugi alpini e gli alloggi che ci sono lungo il percorso.

Contatto
Trova un rifugio
Il sentiero Dolorama: un’esperienza unica

Desiderate trascorrere un po’ di tempo nella natura, circondati da uno spettacolare panorama montano, lontano dal trambusto e dallo stress? Amate le escursioni e le gite avventurose? Allora il sentiero Dolorama è quello che fa per voi! Esteso per un totale di 61 chilometri e incorniciato da maestose e imponenti montagne, passerete attraverso un parco naturale ricco di specie e godrete del paesaggio mozzafiato delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO. Vedrete, sarà incantevole, perché le Dolomiti non si limiteranno a soddisfare le vostre aspettative: le supereranno.

La carta Tappeiner

Il sentiero Dolorama
L’offerta è stata aggiuntaL’offerta è stata modificataL’offerta è stata modificataÈ stata inserita una camera anziché un’offertaLa camera è stata aggiuntaLa camera è stata eliminataLa camera è stata modificataÈ stata inserita un‘offerta anziché una camera
Preview
Test 1
Preview
Test 2
Come desiderate procedere?
Cerca ancora
Vai alla richiesta
loading ...
Contatta
Solo un momento – stiamo caricando i contenuti…